Articolo pubblicato il 9 luglio 2018

L’appuntamento socio-culturale al quale parteciperà anche LiberoFUTURO, alla vigilia del 26° anniversario della strage di via D’Amelio, sarà occasione per presentare la Lettera dei Vescovi di Sicilia “Convertitevi” e per rinnovare una maggiore attenzione alle diverse e complementari azioni di contrasto al fenomeno mafioso seguendo l’operato esemplare di Paolo Borsellino.

Legalità e lotta alla mafia: un impegno di tutti, per tutti, martedì 17 luglio 2018, alle ore 21.00
spiazzale davanti la chiesa di san Giovanni Battista del Lungomare Boeo di Marsala.

Relatori: Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo di Cefalù, Dott. Vincenzo Pantaleo, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Marsala.

Saranno presenti Mons. Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo, Dott. Alberto Di Girolamo, Sindaco di Marsala.

Dalla lettera dei Vescovi siciliani 25 anni dopo l’anatema di Papa Giovanni Paolo VI
Tutti i mafiosi sono peccatori: quelli con la pistola e quelli che si mimetizzano tra i cosiddetti colletti bianchi, quelli più o meno noti e quelli che si nascondono nell’ombra. Peccato è l’omertà di chi col proprio silenzio finisce per coprirne i misfatti, così facendosene – consapevolmente o meno – complice. Peccato ancor più grave è la mentalità mafiosa, anche quando si esprime nei gesti quotidiani di prevaricazione e in una inestinguibile sete di vendetta.
Peccato gravissimo è l’azione mafiosa, sia quando viene personalmente eseguita sia quando viene comandata e delegata a terzi. Strutture di peccato sono le organizzazioni mafiose, perché con i loro intrighi e i loro traffici si rivoltano contro la volontà divina e producono quello che san Paolo chiamava il «salario del peccato», cioè la morte (Rm 6,23). La morte fisica, che le azioni mafiose causano dolorosamente tra gli esseri umani. E la morte radicale, che rimarrà – nel momento supremo del giudizio di Dio – inconciliabile con la vita eterna.
(dal n. 2.1 della Lettera dei Vescovi di Sicilia)

LA LETTERA DEI VESCOVI

Il VOLANTINO EVENTO

VOLANTINO PADRE FIORINO