Articolo pubblicato il 20 giugno 2018

C’era una volta a Carini il centro commerciale Portobello di proprietà del re dei detersivi Ferdico, che pur essendo stato assolto dalle accuse gravi di vicinanza alla mafia aveva subito il sequestro del suo patrimonio. Ferdico però, grazie all’inerzia dell’allora Amministratore giudiziario, continuava a gestire Portobello alla luce del sole. Tutti vedevano ma nessuno denunciava.
Un bel giorno il direttore del Centro, non potendo svolgere al meglio il suo lavoro, denunciò tutto alla Guardia di Finanza con il sostegno di LiberoFUTURO e si dimise, mettendo in moto le indagini che dopo tempo portarono all’arresto dei vari responsabili.
A causa della mala gestione Portobello si avviò rapidamente al fallimento e noi, insieme al direttore che aveva denunciato, abbiamo pensato di salvare il Centro commerciale nel segno della legalità riunendo in consorzio un gruppo significativo di imprenditori NOPIZZO e formulando una proposta di nuova gestione.
Se la proposta del Consorzio Hiccara verrà accolta dagli amministratori e dall’agenzia dei beni confiscati e se il rilancio del Centro commerciale avrà successo potremo dire che LiberoFUTURO e soprattutto gli imprenditori del suo circuito siamo riusciti a isolare il malaffare e a costruire un pezzo di economia legale.

______________________________________________