Articolo pubblicato il 9 aprile 2018

La Federazione Rete NoMafie ha presentato il progetto Prìmere alla Camera di commercio di Catania.

Ieri mattina si è tenuta presso la Camera di Commercio di Catania, nel corso di una conferenza stampa organizzata dalla Federazione Rete NoMafie, la presentazione del progetto Prìmere, un’applicazione gratuita per smartphone e tablet che permette di segnalare in maniera istantanea e in sicurezza al Numero Unico Europeo 112 un crimine in via di realizzazione o una situazione di emergenza. Grazie all’interfaccia fortemente intuitiva dell’applicazione, l’utilizzatore che si è preventivamente registrato è in grado di allertare le forze dell’ordine trasmettendo automaticamente anche la localizzazione dell’evento e consentire così un rapido intervento.

Il progetto, ideato da un giovane avvocato palermitano, ha avuto il beneplacito del Ministero degli Interni e il sostegno delle organizzazioni antiracket LiberoFUTURO, ProfessionistiLiberi e Federazione ReteNoMafie, che si stanno impegnando per diffonderne l’utilizzo. L’App Prìmere è già attiva in numerose provincie del Nord Italia e, per quanto riguarda la Sicilia, nelle aree servite dai distretti telefonici di Catania, Caltagirone, Ragusa e Siracusa. Nei prossimi mesi è prevista la progressiva copertura dell’intero territorio nazionale. Ulteriori arricchimenti dell’App Prìmere consentiranno in un prossimo futuro di avere a disposizione uno strumento innovativo ancora più efficace al servizio del cittadino e una vasta diffusione degli utilizzatori di questa applicazione potrà costituire un’indubbia funzione di deterrenza del crimine. Per questo le organizzazioni antiracket che la promuovono si sono rese disponibili a tenere incontri in collaborazione con scuole, comunità religiose, associazioni e organizzazioni di categoria.

Catania, 9 aprile 2018

Nostri precedenti:

UN’APP PER ESSERE TUTTI PIU’ SICURI E RESPONSABILI