Articolo pubblicato il 10 maggio 2017

Oggi a Marsala CosaNostra ha subito l’ennesimo duro colpo da parte delle Forze dell’ordine e della DDA di Palermo. L’indagine che porta fino a Messina Denaro è scaturita anche dalla denuncia che il presidente dell’associazione antiracket di Partinico Francesco Billeci fece nel lontano 2011 accompagnato alla Squadra Mobile di Trapani da Enrico Colajanni di LiberoFUTURO.
Ci sembrava che si fossero perse le tracce di quella denuncia, dice Billeci, ma adesso capiamo che c’era un’indagine più importante che ha richiesto ai Carabinieri tempi lunghi per definirsi.
Ci auguriamo che il numero degli imprenditori disposti a denunciare aumenti anche in provincia di Trapani, dice invece Nicola Clemenza di LiberoFUTURO Castelvetrano, perché noi siamo pronti a consigliarli ed assisterli. Non bastano le operazioni pur efficaci delle Forze dell’Ordine per sradicare il cancro mafioso. Ci vuole, anche, una rivolta sociale collettiva e soprattutto servono le denunce pronte e convinte dei tanti imprenditori che ancora subiscono in silenzio le imposizioni dalle Cosche.

RASSEGNA STAMPA

comunicato stampa integrale VISIR

Sicilia oggi notizie

Operazione “visir”: Terminata la conferenza stampa al comando provinciale dei carabinieri. Emergono gli interessi della mafia sul territorio