Articolo pubblicato il 20 Maggio 2015

premio_libero_grassi_2015Con la manifestazione di premiazione che si è svolta oggi nella Sala Teatro Valdese in Via dello Spezio si è conclusa la XI edizione del Premio Libero Grassi in un clima di vera commozione e sentita partecipazione.

L’iniziativa promossa da Solidaria è stata realizzata in collaborazione e con il sostegno di Confcommercio – Imprese per l’Italia e con il contributo di Confindustria Palermo e Confcommercio Palermo. Quest’ultima edizione del Premio ha beneficiato anche del gratuito patrocinio del Comune di Palermo e della Provincia di Reggio Emilia, e dell’adesione di numerosi partner.

Il concorso per l’assegnazione dei Premi Libero Grassi 2015, rivolto alle scuole italiane di ogni ordine e grado, ha proposto il tema “Per l’affermazione dei diritti di cittadinanza”, prevedendo due sezioni. Premiate: per la sezione A la canzone inedita “Siamo tutti cittadini del mondo” degli alunni della classe IIA primaria dell’I.C. Via Laparelli 60 di Roma; Per la Sezione B la sceneggiatura “Bianca come il fango” – Autori: Daniele Carbone, Thomas Lanciotti e Lorenzo Ferrari dell’Istituto Zanelli di Reggio Emilia.

La Giuria ha assegnato una Menzione Speciale alla sceneggiatura “Libertà è partecipazione” – Autore: Ferdinando Pio D’Elia del L.C. Garibaldi di Castrovillari (CS).

Anche quest’anno, con le sceneggiature premiate sono stati realizzati gli spot che sono stati presentati durante la manifestazione.

————————————–

————————————–

RASSEGNA STAMPA

Legalità: Agueci,non sempre applicazione legge ha funzionato
Il procuratore intervenuto a premio Libero Grassi
(ANSA) – PALERMO, 20 MAG – Non sempre il concetto di applicazione della legge ha funzionato negli anni allo stesso modo”. L’ha detto il procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agueci, durante la cerimonia di consegna, a Palermo, del premio intitolato all’imprenditore antiracket Libero Grassi.
“La società può essere più giusta solo se la collettività riconosce il valore della legalità – ha aggiunto Agueci – Questo serve anche a non far sentire soli, e quindi meno esposti, chi della applicazione della legge ha fatto una scelta di vita. In questi anni si è fatto tanto, soprattutto nelle scuole”. Il procuratore ha poi fatto un cenno al tema dell’accoglienza dei migranti: “Chi viene da noi è giusto che venga inserito in pieno nel nostro tessuto sociale, e non trattato come persona da tollerare. La legalità è anche accoglienza”. (ANSA)

 

 Alice Grassi: non associare nome di mio padre a quello di Helg

La figlia imprenditore antiracket lo definisce “innominabile”
(ANSA) – PALERMO, 20 MAG – “Non voglio che il nome di mio padre, Libero Grassi, sia in alcun modo associato a quello dell’innominabile”. Così Alice Grassi, figlia dell’imprenditore antiracket ucciso nel 1991 da Cosa nostra, ha definito l’ex presidente della Camera di Commercio di Palermo, Roberto Helg, a margine della cerimonia di consegna del premio Libero Grassi che questa mattina si è tenuta a Palermo.
Helg era stato arrestato mentre intascava una mazzetta pretesa dal commerciante Santi Palazzolo per la proroga dell’affitto del suo locale all’aeroporto di Palermo.
“Chiedetevi piuttosto – ha aggiunto Alice Grassi – chi lo ha nominato e riconfermato per anni in quella carica”.
In riferimento poi al pasticcere Santi Palazzolo, autore della denuncia, ha detto: “Mi piacerebbe che il suo negozio
rimanesse nello spazio previsto all’aeroporto di Palermo, ma se ci sono delle regole vanno rispettate”. (ANSA)

 

Legalità: a Palermo studenti vincitori premio Libero Grassi

Da Confcommercio nazionale proposta stage per il prossimo anno

(ANSA) – PALERMO, 20 MAG – “La memoria di Libero va preservata da ogni affronto e tradimento”. Così Salvatore Cernigliaro, presidente della cooperativa Solidaria, visibilmente commosso, si è rivolto alla platea di studenti arrivati al Teatro valdese di Palermo per la XI edizione del Premio Libero Grassi dedicato all’imprenditore ucciso da Cosa nostra nel 1991 per aver condotto una battaglia solitaria e coraggiosa contro il racket. Non è un caso, infatti, che sia la lotta alla corruzione il tema scelto per la prossima edizione, dopo lo scandalo Helg.
Tema di quest’anno, invece, era l’affermazione dei diritti di cittadinanza. Un riconoscimento allo studente peruviano residente a Roma che l’anno scorso non aveva potuto seguire a Palermo la propria classe vincitrice per un problema burocratico che aveva bloccato il rilascio della sua carta di identità.
L’iniziativa, promossa da Solidaria, quest’anno non ha avuto il supporto della Camera di commercio di Palermo, ma è stata promossa e realizzata con il sostegno di Confcommercio nazionale e con il contributo di Confindustria Palermo e  Confcommercio Palermo.
Quest’ultima edizione del premio ha beneficiato anche del gratuito patrocinio del Comune di Palermo, della provincia di
Reggio Emilia, e di numerosi partner. A essere premiati per la canzone inedita “Siamo tutti cittadini del mondo” sono stati gli alunni della classe II A primaria dell’I.c. via Laparelli 60 di Roma. Sono Daniele Carbone, Thomas Lanciotti e Lorenzo  Ferrari, invece, gli studenti vincitori dell’istituto Zanelli di Reggio Emilia per la sceneggiatura “Bianca come il fango”.
La giuria ha assegnato anche una menzione speciale alla sceneggiatura “Libertà è partecipazione” di Ferdinando Pio D’Elia del L.C. Garibaldi di Castrovillari (Cs).
Alla cerimonia sono intervenuti il procuratore aggiunto di Palermo Leonardo Agueci, il vicepresidente nazionale Confcommercio, Lino Stoppani, la vicepresidente di Confcommercio Palermo, Rosanna Montalto, l’assessore comunale alla Scuola, Barbara Evola, Pina Maisano Grassi e la figlia, Alice Grassi, il presidente della cooperativa Solidaria, Salvatore  Cernigliaro, e il comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, Giuseppe De Riggi.
Un messaggio di “Grande stima e riconoscenza alla famiglia Grassi” é stato inviato dal presidente nazionale Confcommercio, Carlo Sangalli, che ha lanciato la proposta  “di offrire, a partire dalla prossima edizione, uno stage nelle aziende a noi  associate ad alcuni dei ragazzi più meritevoli vincitori del premio”.
“Confcommercio Palermo continuerà a dare pieno sostegno al premio Libero Grassi – ha detto Rosanna Montalto – per noi l’impegno sui temi della legalità resta prioritario a partire dalle scuole ma con un occhio attento e un impegno pressante sulle imprese”.

“Vogliamo essere al fianco dei cittadini – ha detto il comandante De Riggi- le regole sono spesso percepite come una restrizione, ma se si rispettano, guadagniamo tutti qualcosa”.
(ANSA)